La residenza d’artista “Margine” organizzata da Gianluca Braccini e Corso Zucconi, osservando il distanziamento sociale, attua una riflessione su temi quali isolamento, marginalità intesa come ghettizzazione dei giovani e dell’arte, per essere anche intesa quale linea che divide vita e morte, civiltà e istinto.

Sono stati selezionati sette artisti, ai quali sono state assegnate altrettante camere d’albergo, convertite per l’occasione in Atelier, dove hanno potuto realizzare nei quattro mesi di residenza le opere inerenti al progetto “Margine”.
La residenza, attiva da lunedì 11 gennaio 2021, orientata verso le arti visive, vede protagonisti Gianluca Braccini, Giovanni Bonechi, Claudia Di Francesco, Lilia Garifullina, Silvia Muleo, Jonathan Soliman e Sofia Talanti, accompagnati nella realizzazione del progetto da Corso Zucconi nelle vesti di direttore di progetto, Gianluca Braccini come direttore artistico, Cristoforo Maria Lippi in veste di Curatore, Diego Maria Cappiello come produttore esecutivo. Per il comparto specialistico la progettazione di allestimento è ad opera di Jorio Corelli, mentre per quella grafica si ha Vincenzo Lapiccirella e Lilia Garifullina, grazie alla fotografia di Matteo Fiorino, a completare Italia Bruno alla gestione dei social media.